Mantenere l'integrità degli alimenti

Qualità e sicurezza nella conservazione

Quando acquistiamo un prodotto alimentare fresco o surgelato non ci chiediamo quanto tempo è intercorso e quanta strada ha fatto da quando è stato prodotto o colto e lavorato.

Scegliamo i prodotti freschi e surgelati perchè ci trasmettono la sensazione di integrità delle caratteristiche organolettiche e sensoriali, qualità e sicurezza nella conservazione.  Sarebbe bello avere nel frigorifero soltanto prodotti freschi appena prodotti e privi di conservanti (i cosiddetti km zero). Purtroppo non è sempre possibile se non con un dispendio di tempo che i ritmi quotidiani non ci permettono. Se poi consideriamo che la modifica delle dinamiche sociali permette alla maggior parte di noi di fare "la spesa" solo una volta alla settimana, appare chiaro che il mantenimento delle caratteristiche di salubrità e di qualità organolettica degli alimenti per un tempo adeguato ricopre oggi sempre di più una grande importanza.

Evitare il rapido deperimento dei prodotti è possibile operando una serie di accorgimenti (tecnologie e processi) alla base dei quali vige la regola del mantenimento della catena del freddo, cioè una stabilità di temperatura, positiva o negativa, di tutta la massa del prodotto dalla superficie al cuore, partendo dalla produzione fino al momento della vendita ed infine al consumo. (From farm to fork)

Gli anelli della “catena del freddo” si assottigliano man mano che dagli stabilimenti di produzione e dalle piattaforme distributive si giunge fino al consumo. Il monitoraggio quindi deve essere accurato per scongiurare i rischi di abuso termico in ogni fase della filiera produzione – distribuzione – consumo.
Le fasi di carico, trasporto e scarico sono quelle maggiormente monitorate, a causa delle frequenti aperture per consegne frazionate, ma altrettanta cura deve essere posta nei controlli in fase di movimentazione locale e preparazione in cucina.

Il controllo delle temperature dovrebbe essere effettuato dagli operatori addetti al trasporto appena prima del carico delle merci sugli automezzi e dagli operatori dell’azienda ricevente prima dello scarico.

I contenitori isotermici MELFORM contribuiscono significativamente a ridurre i rischi di abuso termico non solo nel trasporto e nella movimentazione, ma anche perché offrono la possibilità di essere sfruttati come buffer di freddo presso punti vendita, cucine e locali di consumo, consentendo di ottimizzare la logistica.
La vasta gamma di contenitori disponibili soddisfa le esigenze di tutti gli operatori del settore alimentare; dall’azienda di produzione, alla GDO, alla ristorazione collettiva, al food service e catering, garantendo per tutti il corretto regime di temperatura richiesto dall’alimento, indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne.

La competenza, le apparecchiature e gli strumenti offerti da MELFORM permettono di:

  • Gestire correttamente la catena del freddo per la sicurezza alimentare ed il contenimento dei costi.
  • Ottimizzare la logistica dei prodotti alimentari deperibili
  • Contribuire alla riduzione dell’impatto ambientale dei trasporti a temperatura controllata
  • Minimizzare lo spreco alimentare causato anche da una errata gestione della catena del freddo